Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio dei video

Salute
Natale con tuoi, ma in sicurezza

È tempo di feste natalizie, c'è voglia di socialità, desiderio di vedere altre persone. Per il secondo anno abbiamo a che fare con il Covid-19, quindi qualche attenzione è doverosa. Gianluca Sotis, responsabile dell'Unità prevenzione e protezione (Upp) del Cnr suggerisce semplici ed efficaci, accorgimenti da seguire.
“Se ci vediamo tra persone che si frequentano abitualmente non c'è bisogno di particolare attenzione, perché già siamo in quella che viene definita la bolla familiare; se arrivano persone da fuori, anche se parenti o amici, dobbiamo prendere qualche accortezza”.
La prima accortezza va presa nei confronti dei più deboli. “Anziani e persone con patologie vanno protetti da contatti ravvicinati anche con familiari, meglio ancora se sono stati vaccinati con la terza dose, che aumenta la loro resistenza, ancora meglio se è stata vaccinata con la terza dose anche la persona che arriva”, prosegue Sotis.
Secondo fattore, la distanza. “Cercare di non avere contatti troppo ravvicinati, a tavola, per esempio, bisogna cercare di non spostarsi tante volte; nella stanza dove si sta, ogni tanto va aperta la finestra, per garantire il ricambio d'aria, uno degli elementi più importanti per abbattere l'eventuale carica virale”, suggerisce Sotis. “In ogni caso, utilizziamo le protezioni nel caso di persone particolarmente deboli. La mascherina, se ci sono persone anziane o con patologie, è un elemento di protezione per che va utilizzato.
Il tampone può aiutare a capire se una persona è positiva, ma non possiamo basarci soltanto sul suo risultato. “Sicuramente il tampone molecolare è più preciso dell'antigenico, che è più veloce, più facile da effettuare, si può fare anche in prossimità, ma comunque non deve esimere dalle misure appena elencate: ricambio d'aria, mantenere la distanza evitando i contatti ravvicinati, soprattutto con le persone più deboli”, conclude Sotis.

Altri video Salute

Omicron, cosa ne sappiamo?
La nuova variante di Covid-19 e la sua rapida diffusione preoccupano. Il virologo Giovanni Maga, direttore del Cnr-Igm, avverte che però non è ancora possibile stabilirne la reale e pericolosità

Vertigini: cause e sintomi
A spiegarli è Fabiana Novellino, ricercatrice dell'Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Cnr, che illustra le varie tipologie di questo disturbo e quale patologia può provocarlo

Dal virus alle varianti: cosa cambia?
Giovanni Maga, direttore dell'Istituto di genetica molecolare del Cnr di Pavia, spiega come muta un virus, causando la comparsa delle varianti, cioè virus che hanno delle istruzioni leggermente modificate

Dismorfia e smartworking
Il lavoro da casa ci ha cambiati. Le nuove abitudini, prese di mira anche dalla satira, come si vede nel video divenuto virale di Giovanni Scifoni, hanno però conseguenze serie sul nostro equilibrio psicofisico, come evidenzia il neuroscienziato del Cnr-Irib Antonio Cerasa

E l’Italia si scopre velocipede
Il trasporto sulle due ruote vive un momento di rilancio grazie all'aumento delle piste ciclabili nelle grandi città. Lo evidenzia il rapporto MobilitAria 2021, realizzato da Kyoto Club e Istituto sull'inquinamento atmosferico del Consiglio nazionale delle ricerche

Al Cnr di via Ramarini l’hub vaccinale di Monterotondo
Esempio virtuoso di collaborazione tra enti e istituzioni locali, l'hub vaccinale di Monterotondo è stato inaugurato dall'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, dal sindaco Riccardo Varone, dal direttore generale del Cnr Giambattista Brignone, dal direttore generale della Asl Giorgio Santonocito. Un risultato importante per il principale ente di ricerca del Paese

Gli effetti del long Covid
Con i vaccini possiamo dirci tranquilli? Non del tutto, risponde Domenico Nuzzo del Cnr-Irbim. Nel 70% dei casi infatti gli effetti a lungo termine causati dal Coronavirus intaccano il sistema nervoso centrale e possono cronicizzarsi. Per questo è necessario studiarli e non abbassare la guardia

Maria Chiara Carrozza alla nuova Officina farmaceutica 2.0
La prima visita ufficiale della presidente del Consiglio nazionale delle ricerche è stata  a Pisa, alla struttura  per la produzione di radiofarmaci  dell'Istituto di fisiologia clinica del Cnr, che, dopo un periodo di sospensione dell'attività, è stata  ristrutturata e ampliata

Pasto caldo o freddo? Meglio variare per mangiare sano e con gusto
La temperatura di un alimento influisce sulla percezione di sazietà, sul sapore ma anche sulle proprietà nutrizionali degli alimenti. Vediamo come, con Marika Dello Russo, ricercatrice dell'Istituto di scienze dell'alimentazione del Cnr

Anticorpi monoclonali, il futuro č un cocktail
Per combattere l'infezione di Sars-CoV-2 non ci sono solo i vaccini. Francesca Di Rosa dell'Istituto di biologia e patologia molecolari (Ibpm) del Consiglio nazionale delle ric­erche parla dei monoclonali, farmaci biologici estremamente selettivi, somministrati a infezione in corso