Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

N. 23 - 15 dic 2021
ISSN 2037-4801

Recensioni a cura di Patrizio Mignano

Comunicare il rischio... è un rischio<br />
Saggi

Comunicare il rischio... è un rischio

Il libro 'La condanna della Commissione Grandi Rischi', scritto a quattro mani da Fabio Alessandroni, avvocato di parte civile al processo, e Stefano Maria Cianciotta, giornalista e docente di Comunicazione e gestione della crisi aziendale all'università di Teramo, illustra il processo a cui sono stati sottoposti i sette scienziati che il 22 ottobre 2012 sono stati condannati in primo grado. Una sentenza così insolita che le polemiche non sono mancate. A questo scopo il libro offre una ricostruzione del processo e delle fasi istruttorie che lo hanno preceduto. Ne emerge che la commissione è stata condannata per aver svolto una valutazione del rischio “approssimativa, generica e ineffiicace” e per aver fornito informazioni “incomplete, imprecise e contraddittorie”.

Dunque, “un atto di accusa alla comunicazione dell'emergenza”. Tanto che, per la prima volta nella storia giudiziaria italiana, agli imputati è stata contestata in sede penale la violazione della Legge 150 del 2000, che disciplina le attività di informazione e comunicazione delle Pubbliche amministrazioni. Un elemento inedito che fa del processo dell'Aquila un 'case study' sulla comunicazione del rischio in Italia. Su questo fronte – secondo gli autori - il nostro Paese si trova indietro rispetto a Usa, Giappone e altri stati europei.

Velerio Congeduti

titolo: La condanna della Commissione Grandi Rischi
categoria: Saggi
autore/i: Alessandroni Fabio, Cianciotta Stefano Maria
editore: Aracne
pagine: 92
prezzo: € 10.00