Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 8 mar 2017
ISSN 2037-4801

Video

Socio-economico

Mamme lavoratrici, in arrivo nuove tutele

Dopo un lungo periodo di stasi in ambito legislativo, oggi per le mamme ricercatrici, ma non solo, sono disponibili nuove tutele e opportunità per gestire al meglio gli impegni familiari. “I decreti attuativi della legge 2015, art.14, prevedono l'obbligo di ampliamento del telelavoro, in tre anni, dal 3% al 10% e la sperimentazione di nuove modalità spazio-temporali di svolgimento della prestazione lavorativa, anche al fine di migliorare la tutela nelle cure parentali”, spiega Gabriella Liberati, presidente del Comitato unico di garanzia (Cug) del Cnr, organismo di riferimento per tutte le problematiche attinenti alle questioni di parità e di pari opportunità. “Il Cnr accelera la sperimentazione con un accordo che, a partire dal 2017, prevede il 10% e si pone come esempio e capofila per Enti di ricerca e Amministrazioni pubbliche”.

Lo smart working, o lavoro agile, è la vera novità: una modalità flessibile di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato ma che presenta, nella flessibilità connessa a orario e postazione, caratteristiche per alcuni aspetti simili al lavoro autonomo. Questa modalità lavorativa prevede fino a otto giorni di lavoro flessibile al mese senza dover concordare necessariamente la postazione di lavoro. “Il lavoro agile è reso possibile grazie all'utilizzo di strumenti tecnologici ed è eseguito nei limiti di durata massima dell'orario giornaliero e settimanale derivanti dalla legge e dalla contrattazione collettiva”, commenta la rappresentante Cug-Cnr. “Queste nuove forme di lavoro si accompagnano all'obbligo del congedo parentale maschile nel caso di richiesta da parte della coppia. Una norma con cui il legislatore, nell'ottica di favorire l'occupazione femminile, ha voluto affermare il principio di paternità responsabile e condivisa”.

L'uso e l'integrazione tra gli strumenti giuridici a disposizione, nonché l'indirizzo rivolto alle Amministrazioni pubbliche di favorire l'implementazione di asili nido aziendali, anche tramite apposite convenzioni, possono costituire un valido sostegno, soprattutto durante la maternità. “Grazie alla capacità di ottenere finanziamenti, come quelli acquisiti tramite Horizon 2020, sono stati avviati dal nostro Ente numerosi progetti per la costruzione di asili nido e ludoteche, che dovranno essere implementati nei prossimi anni”, conclude Liberati.

Per maggiori informazioni www.cug.cnr.it

Ultimi video

La piattaforma Outreach Cnr
Questa struttura ha lo scopo di mettere a disposizione sul web la multidisciplinarietà di risorse e strumenti usufruibili a distanza, per rispondere a 360 gradi al bisogno di conoscenza della società
Informatica

Del ghiacciaio della Marmolada non resterà più traccia
A suggerirlo è uno studio, al quale ha partecipato anche il Cnr-Ismar, che ha confrontato i dati di due rilievi geofisici effettuati sul ghiacciaio nel 2004 e nel 2015 e dal quale emerge come quella che prima era massa glaciale unica mostri ora in molti punti le masse rocciose sottostanti
Ambiente

Europa unita e ricerca, una storia comune celebrata a Roma
Presso la sede centrale del Cnr, si sono celebrati i 60 anni dei Trattati di Roma e i 10 anni dell'European Research Council. Tra i relatori della giornata, i presidenti dell'ente Massimo Inguscio, del Parlamento europeo Antonio Tajani, dell'European Research Council Jean Pierre Bourguignon e il ministro Valeria Fedeli
Socio-economico

'Scienziati e studenti’: la premiazione a Genova
Le tre classi vincitrici del concorso video abbinato alla manifestazione hanno partecipato con i loro video al Festival della scienza. Oltre a loro, sul palco della kermesse ligure, film-maker di professione, che hanno parlato dell'efficacia dell'uso delle immagini nella divulgazione scientifica
Cultura

Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile
Una casa in legno? E' proprio il caso di dire Mai
Tecnologia

Anfiteatro di Catania: il restyling è in 3D
Lo ha realizzato l’Ibam-Cnr attraverso un modello tridimensionale che ricostruisce in forma integrale uno dei più importanti monumenti della città siciliana
Tecnologia

Nanodem: tra infezione e rigetto
Il progetto, che ha come capofila l’Ifac-Cnr, ha lo scopo di costruire un dispositivo in grado di misurare gli immunosoppressori nel sangue di soggetti che hanno subito trapianti
Salute

Il deserto avanza. Anche in Italia
Il 21% del nostro Paese è a rischio siccità. All'origine, cambiamenti climatici e cattiva gestione del territorio. Questa situazione è anche la causa, in parte, delle ondate migratorie in atto. La soluzione è  un approccio sistemico al problema, capace di riportare in equilibrio ecologico le aree a rischio
Ambiente

i-Treasures, la creatività diventa tangibile
Il progetto ha l'obiettivo di salvaguardare e trasmettere il know-how di forme artistiche intangibili, dalle danze rare ai canti tradizionali
Tecnologia

Milagro torna al mare
La tartaruga Caretta Caretta è stata dimessa dall'ospedale veterinario in cui era stata ricoverata per una ferita sul cranio e sul carapace
Ambiente